Back to top
ITALIANO

Seadas Flower Caffè & Sardinia

  • post format
    Un disegno al giorno dal cuore di Tokyo

    04 May, 2020  /  Progetti  /  Incoming

    04 May, 2020

Un disegno al giorno dal cuore di Tokyo

L'arco di Goloritzè, gli Scogli Rossi di Arbatax, le ciliegie di Lanusei, la costa di Tertenia, i Tacchi di Jerzu, i nuraghi di Arzana, il costume femminile di Villagrande. C'è tanta Ogliastra fra i disegni dedicati alla Sardegna dall'artista giapponese Atsusyoshi Hanazawa. Opere in segno di augurio e incoraggiamento nella lotta al coronavirus, disegni pubblicati sul profilo Facebook del ristorante “Seadas Flower Caffè” di Tokyo.


L'artista
Ma chi è Atsusyoshi Hanazawa? E perché da un mese pubblica quasi ogni giorno un disegno dedicato a una diversa località dell'Isola sul profilo Facebook del suo ristorante a base di specialità sarde? E come mai un disegnatore giapponese apre un ristorante di specialità sarde? Atsusyoshi Hanazawa è un pittore muralista con la passione per i fornelli, che a Tokyo, quasi dieci anni fa, si imbatte casualmente nelle specialità della nostra cucina assaggiando le sebadas e altre prelibatezze nel più famoso ristorante sardo della capitale nipponica, il “Tharros”, aperto da uno chef giapponese, Baba Keitaro, che negli anni Novanta ha maturato significative esperienze lavorative nei più famosi ristoranti sardi. Hanazawa era stato chiamato da Baba Keitaro per curare le decorazioni interne del “Tharros”, ma una volta terminati i lavori si è reso conto di aver scoperto qualcosa di eccezionale, che meritava un approfondimento. E così, folgorato dall'incontro casuale con la tradizione culinaria della Sardegna, Atsusyoshi Hanazawa decide di visitare l'Isola nel 2013 e accompagnato da un tour operator sardo finisce per innamorarsi della Barbagia e di tante altre zone storiche, tra cui anche l'Ogliastra.


Innamorato

A poco a poco, in occasione di visite successive, il pittore muralista giapponese con il pallino della cucina approfondisce in loco le conoscenze e le competenze gastronomiche (che poi riproporrà a Tokyo, nel quartiere Jiygaoka, nel suo “Seadas Flower Caffè” gestito insieme alla moglie Akiko Okabe), scoprendo nel contempo quanti incantevoli scorci può offrire la Sardegna al visitatore interessato a saperne di più. Ora il legame affettivo con la nostra isola, in questo particolare momento, si rinnova anche a distanza di migliaia di chilometri, con la pubblicazione pressoché quotidiana sul suo profilo Facebook di un disegno dedicato di volta in volta a una diversa località, sempre accompagnato da un beneaugurante «amici sardi andrà tutto bene» scritto in italiano.

Giampaolo Porcu
 
L''UNIONE SARDA, LUNEDì 04.05.2020, OGLIASTRA